Palermo pride 2012: chi lo ha realizzato?

Il successo del Palermo pride 2012, realizzato senza alcun finanziamento pubblico, è merito delle realtà che lo hanno promosso, dei volontari che vi hanno lavorato, degli sponsor e dei partner che lo hanno sostenuto.

Il Comitato Palermo pride è formato da 17 realtà palermitane: Arcigay Palermo, Articolo Tre associazione omosessuale
Collettivo Malefimmine, Collettivo Anillo de fuego, Sicilia Queer festival, Exit, Gino e Massimo sposi, Associazione radicale David Kato, Associazione Vigliena, Nuovi diritti CGIL, associazione Famiglie Arcobaleno, circolo Arci Left, circolo Arci  Blow Up, circolo Arci  Barcollo, circolo Arci Malaussène, circolo Arci Nzocché, Ali d’aquila, GLBT Sordi Arcigay.

Tra gli organizzatori e i portavoce ricordiamo: Antonio Leone, Daniela Tomasino, Alberto Biondo, Alessandro Graziano, Lorenzo Canale, Luca Pantorno, KiloCubo, Manfredi Lombardo, Gaetano Marchese, Giulia de Spuches, Sofia Gangi, Valerio Angelini, Massimo Milani.

 

Il contributo dei volontari e del loro lavoro impagabile è stato determinante ed insostituibile. I volontari sono stati infaticabili, tenaci, pazienti e pieni di entusiasmo. Qui trovate un elenco, ci scusiamo per quelli non eventualmente nominati: sono davvero tanti.

 

Per una manifestazione così rilevante e di così grandi dimensioni, gli sponsor sono di importanza fondamentale. Li ringraziamo, perché hanno creduto in anticipo nel nostro lavoro: Amanpuri, Ina Assitalia (agenzia di Bagheria), Rotaract Club Palermo Est, Goethe Institut, CGIL Palermo, Città del Mare.

 

Vanno ricordati anche i relatori, gli artisti e le artiste, come la celeberrima Emma Dante, che hanno partecipato con il loro lavoro e con le le loro arti, e spesso con produzioni originali, ad animare all’interno del pride, la vita culturale cittadina.

 

Un ringraziamento speciale a Giuseppe Mazzola, il fotografo ed il cronista del Palermo pride.

Un ringraziamento speciale a Francesco Pantaleone, curatore della mostra “Cu avi lungua passa u mari”, per aver saputo far dialogare il mondo dell’arte contemporanea e il pride, fornendo a quest’ultimo un grande valore aggiunto ed a Stefania Galegati per la campagna di comunicazione. Laura Genova, Marina Lombardo, Basilio Longo e Cristina Santangelo e Key75 per la realizzazione degli spot. Lollo e Santina Franco vanno ringrazianti per la disponibilità e la partecipazione.

Addiopizzo, Exit, Blow up,Arcigay Catania, Anillo de fuego e teatro Garibaldi occupato, Vigliena, God save the queer, Udu, Coordinamento sintagma, Zetalab e Cantieri che vogliamo, e Run Palermo hanno contribuito alla parata. Moltissime le adesioni, molte tra i quali hanno materialmente sfilato il 23 giugno.

Last, but not least, un ringraziamento alle istituzioni che hanno patrocinato il Palermo pride: la GAM, Galleria di Arte Contemporanea, l’Università degli Studi di Palermo, la Provincia regionale di Palermo, ed il Comune di Palermo, che ha fornito le navette gratuite per il village e che ha fatto propria la candidatura della città per il pride nazionale 2013.

 

Aggiungiamo ancora un ringraziamento: ai palermitan* che hanno affollato il Palermo pride village, ed ai 40.000 che hanno partecipato alla parata del 23 giugno, mostrando il vero volto della città.

ven, 29/giu/12 | Posted in: Notizie | Commenti Chiusi

Commenti chiusi.